mappa del sito | versione accessibile
Mercoledì 9 Gennaio 2019
 Le attività » News » "Ecologia è battaglia che si decide nel cuore degli uomini" 
"Ecologia è battaglia che si decide nel cuore degli uomini"   versione testuale

(18-12-2018) "C’è un’interdipendenza tra l’ordine del creato, espresso nella bellezza delle montagne, delle colline, dei fiori, e l’ordine della giustizia che fiorisce nell’abbondanza della pace. Pregando il Salmo oggi non possiamo non pensare a voi, carissimi Carabinieri del nuovo Comando unità per la tutela forestale, ambientale e agroalimentare, che, in modo straordinario, siete chiamati a servire quest’ordine". Parole espresse ieri dall’Ordinario militare Santo Marcianò durante la celebrazione in preparazione al Natale con i Carabinieri del Comando unità per la tutela forestale, ambientale e agroalimentare, presieduta a Roma nella Basilica di San Camillo de Lellis. Mons. Marcianò ha ricordato che "l’ordine del creato è vittima della devastazione, dell’incuria, dell’inquinamento, della minaccia del riscaldamento globale. Proprio in questi giorni, come sappiamo, si è svolta in Polonia la Conferenza dei grandi della terra, i quali, dopo molte difficoltà sono riusciti a stilare un documento d’intesa, con la speranza che venga rispettato tanto dalle Nazioni quanto dai singoli". "Occorre che le leggi dei diversi Paesi pongano attenzione all’ambiente, ritenendo – ha proseguito Marcianò – tutto il tema ecologico non come la moda del momento, che magari rafforza qualche industria cosiddetta bio, ma come una carta ispiratrice delle decisioni, delle leggi, dell’organizzazione economica, sociale e politica di una comunità civile".
"D’altra parte, però, quella ecologica è una battaglia che si decide nel cuore degli uomini, è appello profondo alle coscienze dei singoli da parte di ciò che l’uomo non ha creato e non saprebbe creare ma che è chiamato a custodire. Il vostro servizio – ha affermato ancora – è una risposta a questa emergenza e a questo appello. È una risposa istituzionale, perché voi intervenite a difesa dell’ambiente per il Paese e a nome del nostro Paese, mettendo in atto le norme già vigenti ma aggiungendovi ciò che il senso di responsabilità, la creatività e l’amore possono inventare". Inoltre il compito istituzionale "si traduce pertanto in un messaggio trasmesso da persona a persona; così, l’armonia che voi servite, nel paesaggio e nella natura, diventa un percorso educativo e culturale, acquista valore turistico e ricaduta economica, ispira le note musicali, poetiche e pittoriche di tanti artisti… Ecco, questa è l’ecologia". (Nota Sir)
 
condividi su Facebook  Twitter  Google + 
stampa questa pagina
segnala questa pagina