mappa del sito | versione accessibile
Martedì 23 Ottobre 2018
 Le attività » News » L’Adamello vetta sacra all’Italia 
L’Adamello vetta sacra all’Italia   versione testuale



(22-07-2018) Con la benedizione impartita a bordo di un elicottero dall’Ordinario Militare monsignor Santo Marcianò, nei giorni scorsi l’Adamello è divenuta vetta sacra della Patria. Mentre al campo sportivo di Edolo più di un migliaio di persone tra autorità civili e militari, rappresentanti delle associazioni d’arma e cittadini assistevano alla cerimonia in quota da un maxi schermo grazie alle immagini trasmesse in diretta da TeleBoario, cantando l’inno di Mameli, una trentina tra uomini del Sagf, tecnici del Soccorso alpino, guide alpine ed escursionisti partecipavano all’alzabandiera sulla cima che si eleva per oltre 3500metri sui ghiacci perenni del Pian di neve. Il compito di far garrire al vento il Tricolore è stato assegnato al luogotenente Stefano Ruaro, medaglia di bronzo al valor militare (venne ferito al Check point Pasta a Mogadiscio il 2 luglio del 1993) e medaglia d’oro quale vittima di terrorismo. L’evento promosso dall’associazione Impronta camuna e dal Comune di Edolo ha preso il via da piazza Martiri con la sfilata che ha raggiunto il campo sportivo di via Morino; il tragitto di circa 1300 metri è stato accompagnato dalle note della Fanfara della Brigata Julia (c’era anche un picchetto di militari in armi della stessa Brigata appartenenti all’ 8° reggimento). Dopo l’alzabandiera effettuato da due cadetti dell’accademia della guardia di Finanza e i discorsi dell’ex capo di stato maggiore della difesa ammiraglio Luigi Binelli Mantelli, del sindaco Luca Masneri, del prefetto di Brescia Annunziato Vardé e del Generale di Corpo d’armata Roberto Perretti (Comandante della Forza multinazionale Nrdc Italia), la più alta autorità militare presente, il cardinale Giovan Battista Re e monsignor Santo Marcianò hanno concelebrato la messa insieme ad alcuni sacerdoti della zona. Sul palco insieme a molti sindaci camuni c’erano gli onorevoli Maria Stella Gelmini e Beppe Donina, l’assessore regionale Alessandro Mattinzoli e il consigliere Francesco Ghiroldi, il presidente della Provincia di Brescia Pierluigi Mottinelli affiancato dai vertici provinciali dei carabinieri e della guardia di finanza, il vice comandate delle Truppe Alpine Marcello Bellacicco e rappresentanti di Aeronautica, Esercito e Marina. (da pezzo di Bresciaoggi)
condividi su Facebook  Twitter  Google + 
stampa questa pagina
segnala questa pagina