mappa del sito | versione accessibile
Sabato 13 Ottobre 2018
 Le attività » News » Dedicazione dell’Altare della Chiesa al Comando Unità Mobili e Specializzate Carabinieri a Roma 
Roma - Dedicazione dell’Altare della Chiesa al Comando Unità Mobili e Specializzate Carabinieri   versione testuale




(20-06-2018) Ciascuno può sperimentare ogni giorno la vicinanza di Dio nella sua vita, Egli è veramente Onnipresente, sempre in mezzo a noi. Tuttavia, c’è un luogo dove la Sua presenza si rende ancora più grande e reale, è la chiesa, dove nel tabernacolo è conservata l’Eucarestia, il suo vero corpo.
La chiesa, intesa semplicemente come edificio materiale, assume una rilevanza importante, giacché ognuno può entrare per mettersi in contatto con il Signore nella preghiera, può ricevere i sacramenti, può incontrare altri credenti…
Anche nelle caserme, come nei paesi, nei quartieri delle città, solitamente si trova una chiesa in modo che il militare possa, nelle sue molteplici attività di servizio, avere la possibilità di dissetare la sua sete di Infinito.
Per queste nobili motivazioni il 18 giugno, all’interno della caserma dei Carabinieri "Salvo D’Acquisto" sede del Comando Unità Mobili e Specializzate "Palidoro", con una solenne celebrazione Eucaristica presieduta dal nostro Arcivescovo e concelebrata da altri cappellani, si è voluto dedicare una chiesa intitolandola alla Virgo Fidelis. La struttura, costruita appositamente dal nulla, è collocata in un posto strategico, giacché uno snodo dove si intersecano i servizi più importanti e frequentati della caserma. Un edificio costruito con materiali ecologici e antisismici, che nulla tolgono alla bellezza artistica e, come ha sottolineato sua Eccellenza, favorisce il raccoglimento e la preghiera.
L’unzione dell’altare, delle quattro croci ai lati della chiesa, il profumo dell’incenso che saliva come la preghiera dei presenti è stato un momento davvero toccante. Poi sotto l’altare sono state collocate le reliquie di San Giovanni Paolo II.
Un profondo grazie e immensa riconoscenza a chi ha pensato e voluto che si realizzasse una chiesa, molto più dignitosa rispetto alla precedente, all’Arma dei Carabinieri che sempre ha una squisita sensibilità rispetto alla spiritualità, all’aspetto religioso dei suoi appartenenti. Infinita gratitudine a Mons. Santo Marcianò che con tanta cura, amore e passione ha consegnato l’altare e la chiesa a tutti i Carabinieri appartenenti al C.U.M.S. affinché possano alimentare sempre più la loro vita spirituale.
(G.I.)
 
condividi su Facebook  Twitter  Google + 
stampa questa pagina
segnala questa pagina